Per ragazzi e non solo: Amelia e Zio Gatto

Ho letto “Amelia e Zio Gatto. Indagine alla PMI” di Anna Lo Piano, illustrato da Chiara Nocentini.

Amelia e Zio Gatto - Indagine alla PMI: copertina

Si riconosce che è un libro per ragazzi perché è stampato con caratteri di facile lettura, perché le illustrazioni di Chiara Nocentini sono un privilegio riservato ai più piccoli, perché luoghi e persone hanno nomi esilaranti ed estremamente espressivi e perché alcuni dei protagonisti sono animali, anzi, a dire il vero, il personaggio più serio è un gatto con addosso un gilè.

Per il resto, questo è un libro che ha tanto da dire anche agli adulti, perché è un libro sugli adulti, il cui mondo viene descritto senza risparmiare i tic e le manie dei vari tipi umani, con l’acume a cui Anna Lo Piano ci ha abituati nel suo blog.

Così fra qualche mese il mio Bimbo Grande potrà leggere il suo primo giallo di genere investigativo-ambientalista, imparando qualcosa sugli interessi che vertono intorno allo smaltimento dei rifiuti e sui rischi per l’ambiente, sulle dinamiche che stanno sotto la produzione di una trasmissione televisiva, su cosa possa accadere ad una notizia fra l’inchiesta e la sua pubblicazione e su cosa significhi avere un blog e sperare in Internet per un’informazione libera.

E io con lui me lo godrò ancora, insegnandogli a seguire le nuove avventure dei piccoli protagonisti Amelia e Ale sul loro vero blog, indicandogli con un sorriso i personaggi più divertenti, come Zio Gatto con la sua mania per gli elenchi a punti, Selvaggia l’anchorwoman abbronzatissima dal sorriso vampiresco ed Achille il blogger vegetariano e ambientalista, nella cui casa sono banditi i dolciumi ed il televisore viene scoperto dal suo drappo azzurro e acceso solo per le occasioni speciali, e provando ancora una volta a spiegargli il mestiere del giornalista, con tutta la distanza che corre fra lo stile dello zio Amedeo “che sapeva come usare le parole per cercare la verità oltre alle apparenze” e quello del Megadirettore di Telenotizia, che nella riunione di redazione ruggisce: “La notizia così com’è?! Ma vuoi scherzare? Io non do mai notizie così come sono finché non capisco come mi conviene darle”.

7 Thoughts on “Per ragazzi e non solo: Amelia e Zio Gatto

  1. Che bellissima recensione. Anche io pensavo di comprarlo per il mio First. Tanto lui sa già leggere e gli piace pure molto. Vede la mamma divorare libri ogni giorno, sarà quello??

  2. Mmmmh mi hai incuriosito…quasi quasi lo compro per me che il nanerottolo è ancora piccinino…ma tanto i libri non hanno una scadenza e diciamo che dopo di me aspetterà ansioso anche il pupetto!!!

  3. Ma che bella recensione! A Zio Gatto per l’emozione il pelo gli è diventato tutto elettrico!
    E Sbrodoloni si è un po’ preoccupato, teme che la sua fama di cattivo possa oltrepassare i confini di Abbatelesto. Ma noi ce lo auguriamo :))

  4. la mia libreria è piena di libri destinati all’infanzia li acquistavo per lavoro ma poi mi sono appassionata, bella recensione acquisterò anche qst grazie del consiglio

  5. valewanda on 23 giugno 2010 at 23:47 said:

    brava, ottima recensione!

  6. Grazie, Vale. E buona lettura a tutte!

    Amelia e Ale: quale onore avervi qui! Un’altra cosa da raccontare al Bimbo Grande… “io li ho conosciuti, proprio loro, a casa mia!”

  7. : ) w annna e chiars!!!

Rispondi

Post Navigation