Liberiamo una ricetta: le “Camille” con carote e mandorle #liberericette #freearecipe

Keep Calm and feed the rabbitsDa sempre la Piccolina ha per i conigli una vera passione, che non conosce ancora appannamento, perciò le carote spesso si impongono, per simpatia, come ingredienti base delle ricette che ci piace sperimentare insieme.

“Facciamo i dolci per Teddy?”, il primo e più grande amore (quello al centro, con le orecchie a pois), che però ormai è stato raggiunto da un nutrito gruppo di amici… e così via a sfornare Camille!

Camille: una festa per i coniglietti

In primavera abbiamo portato questi muffin con carote e mandorle all’asilo, per la festa di fine anno, e, con mio grande stupore, sono andate a ruba anche fra i bambini, nonostante non contengano cioccolato. Quindi le prepariamo anche oggi, per tutti.

Camille: gli ingredienti

Ingredienti (per 24 dolcetti):
2 uova,
200 g di zucchero,
200 g di carote,
60 g di mandorle pelate,
100 ml di latte,
90 ml di olio di semi,
300 g di farina 00,
1 bustina di lievito per dolci,
1 pizzico di sale.

Montiamo le uova con lo zucchero, quindi aggiungiamo le carote grattugiate (non troppo finemente, perché ci piace sentirne la polpa sotto i denti) e le mandorle tritate (grossolanamente, come le carote), con il latte e l’olio di semi.
Uniamo anche la farina, il lievito e un pizzico di sale.
Con un cucchiaio mettiamo questo composto morbido negli stampini per i muffin, foderati con pirottini di carta, riempiendoli per metà.

Camille: esecuzione

Inforniamo a 170-175 gradi per 20 minuti circa, finché non saranno dorate.
Ed ecco pronte le nostre Camille.

Camille

Le storie sono per chi le ascolta, le ricette per chi le mangia.
Questa ricetta la regalo a chi legge. Non è di mia proprietà, è solo parte della mia quotidianità: per questo la lascio liberamente andare per il web.

Questo post partecipa a Liberiamo una ricetta, iniziativa di amicizia, condivisione e occasione di sostegno alla mensa per i rifugiati gestita dal Centro Astalli di Roma, perché sedersi a tavola tutti insieme è più bello.

9 Thoughts on “Liberiamo una ricetta: le “Camille” con carote e mandorle #liberericette #freearecipe

  1. Angela Catrani on 31 gennaio 2013 at 13:01 said:

    Bellissima e buonissima ricetta!
    Sono rientrata solo adesso, mi ci applico anche io (ma senza foto…)

  2. Ohmamma… ne ho mangiate a tonnellate di Camille =D

  3. Ciao! Da oggi ti seguo anche io!
    Buone le camille! Le mangiavo da piccola… Proverò a proporle ai miei piccoli e poi ti dirò.

  4. Buonissima.
    La proverò per la mia bimba che ama le carote!

    Cristina

  5. C’è stato un’epoca della mia vita in cui ero completamente assuefatta alle camille (avevo appena 19 anni!). Se mi cimento con queste temo di rientrare nel tunnel a pie’ pari :-/
    Faccio così: le preparo e le faccio assaggiare solo ai miei piccoli eh?

  6. Pingback: Su Pinterest in cerca di ispirazione: coniglietti pasquali

Post Navigation