Del tempo per me

La mia lunga estate di solitudine è terminata: questa ultima settima di mare, tra bucati, pensieri autunnali e bagagli, sarà la mia vera vacanza, visto che Papà in 3D finalmente ci ha raggiunti e poi torneremo a casa insieme.

Durante il primo giorno di questa nuova vita, mi sono addirittura concessa un appuntamento dal parrucchiere: un’ora e mezza, programmata in anticipo onde non poter cambiare idea, in cui guardarmi allo specchio, mentre qualcun altro si occupava di me, e pensare a me.

Honest Scrap: dieci cose di meFrutto di questo tempo di egocentrismo è questo post con cui, raccontando qualcosa di me, partecipo al gioco a cui mi ha invitata Mamma Cattiva, che qui ringrazio:

Condizioni di questo premio sono: raccontate ai vostri lettori 10 cose che si sappiano o meno di voi ma che sono vere. Indicate 10 persone che hanno diritto al premio e siate sicuri di far loro sapere che sono stati contrassegnati (un breve commento sul loro blog andrà bene). Non dimenticate di collegarvi di nuovo al blogger che vi ha premiato.

  1. Le sensazioni di evasione e di quasi trasgressione che provo quando mi ritaglio del tempo per me stessa mi dicono quanto la mia vita sia condizionata dal senso del dovere, non tanto per spirito di sacrificio, quanto proprio per la mia propensione alla disciplina.
  2. Sono nata perfezionista e, pur essendomi sforzata di scendere a compromessi con questo aspetto del mio carattere, mi accorgo che cerco sempre di fare bene quello che faccio, mettendo lo stesso impegno in ogni occupazione, sia quando studiavo e lavoravo, sia ora che mi prendo cura della mia famiglia e persino nei miei passatempi.
  3. Ho bisogno di sentirmi autonoma e non mi piace delegare: cerco di fare da me il più possibile, senza aiuti né in casa né coi bambini, faticando a chiedere persino alla Nonna in 3D, che per fortuna però può soccorrermi quando mi devo fermare di fronte all’impossibilità dell’ubiquità.
  4. Da quando sono mamma, mi sono scoperta un’autentica massaia: mi piace cucinare, preparare in casa il pane, la pizza, la pasta, le torte e i biscotti, riordinare, creare e ricamare.
  5. Cammino molto: da sola, a passo spedito, mi muovo praticamente sempre così, lo trovo comodo e mi rilassa; coi bambini, modificando ritmo e distanze, ho abbandonato presto il passeggino, per regalare loro questa abitudine fin da piccoli.
  6. Sono decisamente curiosa: mi interessa capire come funzionano le cose e soprattutto osservo e studio i comportamenti ed i rapporti fra le persone.
  7. Amo parlare, raccontare e ascoltare, ho una buona memoria e mi fa piacere quando anche le persone a cui voglio bene dimostrano di ricordare ciò che ci siamo detti: anche solo una frase o un gesto possono far percepire l’attenzione.
  8. Mi piace ridere e scherzare, apprezzo molto chi sa usare l’ironia anche nei confronti di se stesso e nelle difficoltà: penso che questo non sia assolutamente segno di superficialità, quanto piuttosto di forza.
  9. La mia personale ricetta della felicità è riuscire a desiderare ciò che si ha.
  10. La mia fortuna è stata incontrare e riconoscere Papà in 3D, che ha saputo accogliere, apprezzare e valorizzare queste e tante altre cose di me.

Se avranno voglia di partecipare, sentendosene liberi, passo questo Honest Scrap Award a:

9 Thoughts on “Del tempo per me

  1. Bello leggerti, mammain3D, Bello scoprire in altri la stessa sindrome del dovere. Ma soprattutto bello notare che nella lotta (interiore ed esteriore) per prendersi un po’ di tempo per sè… qualcuno la vince! (così qualche volta anch’io posso 🙂 )
    a presto,s.

    p.s. mi ha fatto tornare alla mente il primo parrucchiere post gravidanza post parto, post puerperio: esattamente 41 giorni dopo la nascita della Pulce, con la pulce stessa in carrozzina 🙂 bellissime sensazioni di essere “coccolata”

  2. Ci ho pensato un attimo prima di partecipare al premio perché notoriamente le catene di sant’Antonio sono fastidiose e poi per il compito di darlo ad altre 10 blogger, scontentando qualcuno. Invece ho fatto proprio bene a starci. Ne stanno uscendo delle persone diverse ma con punti di contatto che giustificano tanta sintonia. E poi vado anche a scoprire nuove persone…
    Grazie di esserci stata. Non mi sbagliavo sul tuo essere speciale.

  3. E’ bello conoscerti di più.
    E più ti leggo, più mi piaci (e mi piace come scrivi!).
    Anch’io ho un senso del dovere elevato all’ennesima potenza…

  4. Silvietta: bello soprattutto scoprire di non essere le sole! 🙂
    Un abbraccio.

    Mamma Cattiva: grazie a te dell’occasione. Provo le stesse perplessità riguardo alle catene di Sant’Antonio e lo stesso imbarazzo nel consegnare i premi impegnativi, però questo mi è piaciuto subito, anche solo per la figurina ed il richiamo alla sincerità…
    Sono contenta di averti incontrata.

    Improvvisamente in quattro: grazie!
    Ti capisco, e capisco la tua stanchezza di questo periodo… spero che dopo il periodo dell’inserimento al nido, per te le cose comincino ad essere un po’ meno faticose 🙂

  5. Ciao e ben ritrovata. Be’ che dire anche io dopo tre giorni di ospedale e 10 di letto mi sono concessa una seduta dal parrucchiere. Sono contenta di partecipare al gioco, ma mi occorre un po’ di tempo. Devo rimetter insieme alcuni pezzi prima di ripartire, mamma di corsa è stata obbligata a rallentare!!! Se ne avrai voglia appena riesco racconterò tutto sul blog. A presto e grazie

  6. Mamma di corsa: bentornata! Mi dispiace.
    Spero che ora vada tutto bene… rallenta, e riposa 🙂
    Un abbraccio

    Sheireh: grazie! Sono già passata da te.

  7. Mammaoggilavora on 3 settembre 2009 at 21:37 said:

    Grazie della nomination!
    E’ molto bello cio’ che hai scritto. Per molte cose mi ci ritrovo in pieno…
    Un abbraccio.
    Soleil /Mammaoggilavora

  8. Grazie a te, Mammaoggilavora! Anch’io ho letto volentieri il tuo autoritratto e con una piacevole sensazione di vicinanza.
    Una abbraccio

Rispondi

Post Navigation