Te lo aspetti ma non sei pronta

Eccolo qui questo gennaio delle iscrizioni scolastiche. E adesso tocca pensarci davvero che anche la Piccolina a settembre inizierà la scuola e che il Grande farà il salto verso le medie: due prime classi, belle pesanti.
Sono quelle cose che sai, che ti aspetti, che senti di dover vivere anche come delle conquiste, ma che comunque sembrano sempre arrivare troppo in fretta.

Come quei due dentini che iniziano a dondolare improvvisamente e, anche se l’età è la stessa dei fratelli, ti colgono di sorpresa cadendo la stessa sera, perché lei è la Piccolina di casa e non ti senti pronta a pensare che nessuno avrà più in bocca quei minuscoli chicchi di riso…

Come i complessi cambiamenti del ragazzino che ti sta crescendo accanto, che ti è sempre sembrato aver voglia di rimanere bambino, che quasi credevi di dover spingere a desiderare la sua autonomia, che un po’ ti stupisce perché cerca ancora la tua mano quando camminate per strada… ma quando poi, un giorno, senti sgusciare via veloce quella mano alla vista dei suoi compagni di classe, ti rendi conto che sì, sta diventando grande davvero. E te lo aspettavi, sai che è giusto così, ma avresti aspettato volentieri ancora un po’…

Fermeresti il tempo.

Poi ti accorgi che ti sei già innamorata di quella simpatica bocca sdentata.
E che ti godi sempre più la compagnia del tuo Ragazzo Grande, che ormai ride con te davanti ai programmi di satira e che, quando uscite con gli amici, passa più tempo partecipando ai discorsi degli adulti che a giocare coi bambini. Che non devi quasi più abbassarti per baciargli la fronte e che ti viene più facile abbracciarlo che dargli la mano.

Non eri pronta. Ma è bella anche questa nuova stagione. E non c’è modo migliore di veder passare il tempo che nel loro crescere.

9 Thoughts on “Te lo aspetti ma non sei pronta

  1. Cavolo come ti capisco! Il 21 si avvicina e mi ritrovo a studiare il sito per le iscrizioni (inutile lo so che tanto ancora non si sa nulla) e a pensare alla prima cartella, ai compiti e se si troverà bene.
    La mia nanetta…che si atteggia a ragazzina e poi non vuole dormire sola.
    Che non sa ancora allacciarsi le scarpe e si allena sul “libro dei lacci”.
    I fazzoletti per settembre li compriamo in stock? 😀

    • Ciao Sara.
      Qui si prospettano lacrime a fiumi già negli intensissimi maggio/giugno, tra recite e addii… Teniamoci in contatto (anche solo per vedere se ‘sto sito il 21 gennaio funzionerà davvero 😉 )

  2. Serve anche a me avere notizie di questo sito. Anche se so che alla fine qui si svolgerà tutto con incontri fisici, scambi fra mamme, riunioni, soffiate delle maestre. E va bene così. Per una volta mi darò anch’io alle chiacchiere di corridoio 🙂 . Io sono una frignona anche per molto meno, il primo giorno di scuola mi terrorizza già. Speriamo ci sia il sole 😀

    • Io alle chiacchiere di corridoio sto cercando di sfuggire, soprattutto per quanto riguarda le medie… se mettessi insieme tutte le opinioni ricevute pro e contro le dieci (dieci!) sezioni della scuola, mi rimarrebbe come intersezione un insieme vuoto! Metto da parte l’ansia e cerco almeno di capire se queste iscrizione avverranno veramente solo online…

    • ah no! io non entro in dibattiti sui pro e contro per carità! io parlavo solo di riunioni, date, moduli, etc! la scuola l’ho già scelta anni fa per motivi tutti miei difficilmente spiegabili e condivisibili e niente mi sfiora su questo argomento 🙂

  3. Questi bambini con le ossa più lunghe e la pelle più ruvida sono davvero destabilizzanti. Per fortuna quella con ancora i pigiami interi corregge il tiro!

  4. Anonymous on 8 gennaio 2013 at 23:42 said:

    Papà del 1973, mamma del 1974,il grande maggio 2002,il secondo agosto 2004 e la principessa ottobre 2007…che dici, abbiamo qialcosa in comune ? Paola

Rispondi

Post Navigation