Il disgelo

L’altra sera Milano era ricoperta da una coltre bianca, che ammantava tutto col suo fascino e a fatica attutiva le imprecazioni ed i clacson di chi, incurante di tutti gli appelli ad evitare l’uso dell’automobile, paralizzava completamente la città.

All’annuncio che le scuole ieri sarebbero rimaste chiuse, anticipando di fatto l’inizio delle vacanze, il mio sospiro di sollievo al pensiero di potermi gustare il panorama imbiancato restando romanticamente dietro la finestra si era presto interrotto di fronte al faccino deluso del Bimbo Grande, che così si perdeva recita e festa di Natale, a lungo preparate e attese.
Un tam tam di telefonate fra mamme e maestre ha però rassicurato i piccoli artisti sulla possibilità di recuperare in gennaio, al più presto possibile, l’esibizione del coro natalizio, appena appena fuori stagione, praticamente come l’acquisto di un cappotto coi saldi: conveniente e ancora utile.

Così ieri la prima giornata di vacanze è trascorsa tranquilla, fra giochi di società e pigre letture, velata solamente dal rammarico di non poter mettere sotto l’albero il lavoretto confezionato per noi a scuola, rimasto ostaggio del vecchio edificio chiuso al pubblico.

Stamattina finalmente il termometro è risalito sopra allo zero, è uscito persino un timido raggio di sole e la neve ha iniziato a sciogliersi in uno sgocciolio continuo.
Potevamo allora lasciarci sfuggire l’opportunità della scuola eccezionalmente aperta per consentire il recupero del prezioso manufatto?
Eh no: indossati giacconi, cappelli e stivali, risistemata solo per oggi la Piccolina nel sacco a pelo sul passeggino, che, laddove nessuno si è dato la briga di spalare, non va letteralmente né avanti né indietro… fra cumuli di neve, fiumi d’acqua sporca e macchine parcheggiate davanti a tutte le rampe a sfregio del mio residuo spirito natalizio, io e i miei tre cuccioli abbiamo raggiunto a piedi la scuola, recuperato il pacchettino in carta crespa col nome del Bimbo Grande ed affrontato anche la folla isterica del supermercato per assicurarci un menu speciale per la cena della vigilia.

Ecco, in un’immagine, anche se, fisicamente, per dimensione, posso essere assimilata sicuramente più ad un opossum che ad un mammuth, oggi, senza dubbio, mi sono sentita così:

Disgelo - Era Glaciale 2

Però, missione compiuta! Siamo pronti: ora Natale può arrivare.

AUGURI A TUTTI!

16 Thoughts on “Il disgelo

  1. Ciao…hai reso l’idea!!! Qui da noi la neve non si vede mai, ma quando è arrivata 4 anni fa eravamo tutti abbastanza incasinati, con i bimbi poi!

  2. buon natale anche a te! AUGURI.

  3. In effetti il mio collega di Milano ha usato la stessa idea per rappresentare il disgelo da voi: L’Era Glaciale 2.
    Fortuna che il Bimbo Grande ha recuperato il suo lavoretto!
    Buon Natale a te e alla tua famiglia, che sia sereno e pieno di coccole!

  4. Buon Natale Mamma3d

  5. Anonymous on 23 dicembre 2009 at 20:17 said:

    So che la neve causa tanti disagi, ma il mio più grande desiderio è proprio quello trascorrere un Natale con i fiocchi nella mia casetta. Vivo a Latina e qui la neve possiamo solo immaginarla. 🙁
    mammasidiventa

  6. Toh, guarda un pò, pure noi abbiamo anticipato di un giorno le vacanze, pure noi siamo partiti in spedizione verso il centro spingendo un passeggino nella neve, pure io facevo da baricentro instabile a tre piccoli e anche se una volta giunta a destinazione ero mooolto pentita dell’iniziativa, in qualche modo si è fatto, e ora anche da noi può arrivare il Natale.
    A proposito, tanti tanti auguri!

  7. Buon Natale carissima! Che delirio questa neve con i bambini! La mia povera macchina è stata quella più tartassata: una portiera rotta e un paraurti acciaccato. Speriamo di goderci la neve in montagna dal 27 dicembre!
    Un abbraccio
    Angela

  8. Immagine perfetta a conclusione di descrizione perfetta. Approfitto per farti gli auguri, 3D naturalmente! Ciao!

  9. ma dove è finito il mio commento????
    diceva più o meno così…
    le canzoncine potrebbe cantartele in privato intanto ma…
    un urrà per il recupero del lavoretto grazie al cuore di mammut…ops di mamma.
    Auguri in 3D

  10. belllissima immagine, quasi eroica… Buon Natale, Mammain3D,
    un’altrobradipo …

  11. Milano con la neve è stata tremenda, gli unici felici erano i miei figli che con le scuole chiuse l’ultimo giorno niente compiti delle vacanze, peccato non abbiano fatto i conti con la tecnologia,i compiti sono arrivati per email! Buon Natale!

  12. Grazie a tutte! E’ sempre bello avervi qui… ancora Buon Natale!

    Lady: benvenuta 🙂

    TuttoDoppio+1: guarda il caso! Sarà mica che il rapporto 3 a 1 ci mette (in bilico) sulla stessa barca?

    Rita: meno male che l’hai riscritto, è bellissimo :-DDD

    Silvietta: Sid è il mio preferito 😉

    Mariacristina: noi coi compiti eravamo a posto, le maestre si erano portate avanti… quindi ‘sta nevicata appariva proprio una fregatura, poveri piccoletti!

  13. valewanda on 25 dicembre 2009 at 23:47 said:

    auguri amica mia, e un abbraccio…

  14. Ciao bella.
    Passo per un saluto e un abbraccio ai tuoi 3 nanetti! 🙂
    Silvia

  15. mammina74 on 30 dicembre 2009 at 13:11 said:

    tantissimi auguri credo che il regalo del bimbo grande sia stato sicuramente bellissimo per mamma e papà per cui è valsa la pena di fare questa camminata in mezzo alla neve!
    buon anno!!!

  16. Valewanda: un abbraccio forte a te, con tutto l’affetto che sai.

    Silvia: grazie del passaggio. Baci a te e alla tua bella famiglia 🙂

    Mammina74: eccome se ne è valsa la pena… 😉
    Grazie e tanti auguri di Buon 2010 a te!

Post Navigation